Sott’acqua con il taxi

sottoacqua

13 Mag Sott’acqua con il taxi

Grazie ad un contributo del 4390 Taxi Firenze proseguirà il progetto PES

Presentato in Palazzo Vecchio il progetto “PES – Percorsi Psicoeducativi Subacquei” che, grazie all’Associazione Aqua Project Firenze, arriva alla sua settima edizione a Firenze. La subacquea usata come mezzo educativo psicomotorio è frutto di varie esperienze, che si ritrovano tutte all’interno di questo progetto.

“Un progetto importante per abbattere le barriere, al quale va tutto il supporto dell’Amministrazione comunale e che ha trovato nel tessuto della città il sostegno di un altro soggetto rilevante come la 4390 Taxi Firenze – ha detto l’assessore allo Sport Andrea Vannucci – Nell’acqua siamo davvero tutti uguali e abbiamo la possibilità di superare le barriere psicofisiche che sulla terra permangono. Personalmente, avendo un brevetto da sub, posso capire l’emozione e la bellezza dell’esperienza della subacquea per questi ragazzi e il senso di appagamento e libertà che comporta andare sotto il livello dell’acqua. Buona immersione a tutti”.
“Questo progetto – spiega la Presidente della I Commissione (Affari Generali, Organizzazione, Bilancio e Tributi) Cecilia Del Re – parte con la formazione di sub normodotati e, passando a sub con disabilità motoria e sensoriale (tetraplegia, paraplegia, cecità), è arrivato poi a rivolgersi anche ad aspiranti sub con disabilità psichica”.
“Con la consigliera Cecilia Del Re siamo rimasti colpiti dal coraggio di questo progetto e delle sue persone, ed anche dall’entusiasmo con cui ragazzi con disabilità motorie e sensoriali lo attendono ad ogni edizione. Ringraziamo, dunque, l’Aqua Project Firenze – aggiunge il consigliere PD Nicola Armentano – che offre sul territorio di Firenze un’attività che al valore dello sport unisce quello della riabilitazione psicomotoria, e ringraziamo moltissimo anche la 4390 Taxi Firenze per la sensibilità dimostrata nell’effettuare una donazione a favore di questo progetto”.
La Cooperativa dei tassisti ha, infatti, deciso di dedicare a questi ragazzi la loro donazione, dimostrando così la sensibilità ed il coraggio che contraddistinguono anche Aqua Project Firenze.

“Come consiglieri comunali – concludono Del Re e Armentano – ci ripromettiamo di impegnarci non solo a continuare a valorizzare realtà sportive e sociali come l’APF, ma anche di lavorare perché esperienze di solidarietà come quelle della 4390 Taxi Firenze trovino sempre più il sostegno e l’apprezzamento di questa amministrazione, che ha sempre più bisogno – specie in un momento di crisi come questo – dell’apporto delle aziende virtuose del suo territorio”.

“Grazie a Aqua Project, che tramite questa iniziativa – commenta Claudio Giudici, presidente del 4390 Taxi Firenze – ci ha dato l’opportunità di fare del bene, dando una mano alle famiglie e ai loro ragazzi. Il contributo che abbiamo deciso di donare è frutto non solo dell’impegno dei soci, ma anche del gruppo donatori sangue e dei dipendenti del 4390, che quest’anno, di concerto con la cooperativa, hanno deciso di rinunciare alla tradizionale cena natalizia per sostenere questo progetto”.